MESTRE (VE) : AL CORSO ” L’ILLUSIONISTA” DI LUCA BONO DIRETTO DA ARTURO BRACHETTI

27

Domenica 12 maggio alle 18.00 arriva, per la prima volta a Mestre presso il Teatro Corso, “L’Illusionista”, il primo One Man Show di Luca Bono diretto da Arturo Brachetti. Uno spettacolo che continua a riscuotere grande successo e che nelle precedenti date a Torino (con 23 sold out consecutivi), Roma, Milano, Trento, Bologna, Udine, Biella, Asti, Alessandria, Verbania e Vicenza ha registrato oltre 14.500 presenze e unanimi consensi di pubblico e di critica.

Dimenticate il classico mago con cilindro, bacchetta e frac, perché Luca Bono è sì uno straordinario illusionista, ma soprattutto un ragazzo normale in grado di fare cose eccezionali. All’apertura del sipario le arti magiche trasformeranno la sua apparente normalità in una grande dimostrazione di talento con stile personale ed accattivante. In scena assisteremo ad un percorso spettacolare e tecnologico tra illusioni di grande effetto scenico ed emotivo, manipolazione di oggetti e close up. Ma non si tratta di uno show di sole illusioni, bensì di un lavoro teatrale autobiografico con un messaggio forte: mai smettere di inseguire i propri sogni, allenamento, determinazione, motivazione possono fare superare gli ostacoli e far realizzare anche i desideri più impensabili.

Luca Bono, oggi appena ventiseienne, già Campione Italiano di Magia all’età di soli 17 anni e successivamente laureato a Parigi con il Mandrake d’Or, riconosciuto come l’Oscar della magia, è univocamente considerato il talento magico più interessante della sua generazione, interprete del nuovo illusionismo, coinvolgente e contemporaneo. Al suo attivo 450 date in Canada, Francia, Belgio, Svizzera e Italia in due anni di tournée con oltre 400.000 spettatori e 13 puntate di Vuuaalà! Che Magia!, in onda nella scorsa stagione televisiva su Boing e recentemente ospite su Rai Uno a Lo Zecchino d’Oro.

L’Illusionista propone la grande magia rivisitata da un giovane artista, ex corridore di go kart che a seguito di un incidente, e incuriosito dal fratello maggiore Davide, si avvicina al mondo magico scoprendo un universo artistico e culturale impensato. Al suo fianco Sabrina Iannece, artista e sua assistente da cinque anni e che in questo spettacolo è co-protagonista.