PADOVA : Per il business sull’accoglienza dei migranti in otto finiscono sotto processo .

17

La resa dei conti inizierà il  18 giugno prossimo  quando ci sarà l’udienza preliminare per gli ex vertici della Prefettura di Padova e quelli della cooperativa Edeco-Ecofficina.  Sotto accusa in Tribunale a Padova finiscono  i due ex viceprefetti di Padova, Pasquale Aversa e Alessandro Sallusto, la funzionaria della prefettura Tiziana Quintario, oltre al solito Simone Borile, sua moglie Sara Felpati e l’ex presidente Gaetano Battocchio, un dipendente della cooperativa  e un consulente del lavoro.

Ecco di cosa sono accusati: rivelazione del segreto d’ufficio, corruzione, turbativa d’asta e falso. Secondo l’accusa tra il 2014 e il 2017 avrebbero collaborato insieme al fine di evitare i controlli da parte dell’autorità sanitaria e dei Carabinieri all’interno dei centri di accoglienza di Bagnoli gestiti proprio dalla Cooperativa guidata da Simone Borile