Cimici: saranno solo un ricordo, arriva la Trissolcus japonicus

29

“La situazione – ha spiegato la Coldiretti – è difficile in tutto il Nord dal Friuli al Veneto, dalla Lombardia all’Emilia Romagna fino in Piemonte”.

A farne le spese sono soprattutto gli agricoltori in quanto le cimici stanno attaccando soprattutto meli, peri, kiwi, peschi, ciliegi, albicocchi e piante da vivai con danni che possono arrivare fino al 40% dei raccolti.

Come ha riferito la Coldiretti, la “cimice marmorata asiatica” è particolarmente pericolosa per l’agricoltura perché prolifica con il deposito delle uova almeno due volte all’anno con 300-400 esemplari alla volta che con le punture rovinano i frutti rendendoli inutilizzabili, col rischio di compromettere seriamente parte del raccolto.

Tra le cause che ne hanno favorito la diffusione è da annoverare il caldo. “La diffusione improvvisa di questi insetti che non hanno nemici naturali – ha specificato la Coldiretti – è stata favorita dalle alte temperature”.

Al momento l’unico strumento di difesa in mano agli agricoltori sono le reti a difesa delle colture. Tuttavia è pronta la soluzione in grado di contrastare la proliferazione delle cimici: le vespe samurai (Trissolcus japonicus), loro antagoniste naturali!

Originaria dell’Asia orientale ma ormai presente anch’essa in Europa e America, la «vespa samurai» – così nominata per l’origine giapponese e l’aggressività degna dei leggendari guerrieri del Sol Levante – sconfigge l’avversaria alla radice, depositando le uova direttamente in quelle della cimice e uccidendole appena le proprie larve si sviluppano.

La Coldiretti ha chiesto quindi che sia data la “massima priorità ad accelerare quanto più possibile le fasi dell’iter di autorizzazione in modo da consentire l’azione in campo contro la cimice asiatica già durante la campagna agricola 2019”.

Nel frattempo in Friuli nella bassa friulana è nata una sorta di “oasi” degli questi insetti che tutti attendono. Il progetto è nato da due agricoltori e si chiama “campo incolto”, un habitat che favorià la vespa samurai.

Insomma a detta degli esperti la fine della cimice è molto vicina.