PADOVA : CASO S.E.S.A, DOPO L’INCHIESTA DI FANPAGE, INTERPELLANZA DI FORZA ITALIA IN PARLAMENTO

45

Il deputato di Forza Italia Roberto Caon ha presentato un’interpellanza al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa sulle attività della S.E.S.A. e i suoi legami con la politica, rivelati da un’inchiesta della testata giornalistica Fanpage.
Caon chiede agli esponenti del governo quali provvedimenti intendano prendere in merito a una vicenda che, secondo quanto riportato dai giornalisti, appare di una gravità inaudita.
”La S.E.S.A. è stata fondata dall’imprenditore Rossato – ricorda il testo dell’interpellanza – successivamente indagato per collusione con la famiglia della ‘ndrangheta degli ALAMPI. Attualmente la società è posseduta al 51% dal comune di Este e al 49% da Angelo Mandato, un ex socio del Rossato.”
”Su alcuni terreni in cui è stato gettato del compost non cresce più il mais – si legge ancora nel documento – inoltre causa degli sversamenti l’aria è irrespirabile ed ha un odore chimico, mentre il compost correttamente realizzato dovrebbe avere l’odore di terriccio, tanto che i cittadini di Este hanno già insenato manifestazioni di protesta senza ottenere alcun risultato e costituito un comitato cittadino (Apriti SESA) per capire cosa succede nello stabilimento dove si realizza il compostaggio.”
Il deputato azzurro chiede lumi anche sulla presunta contiguità – denunciata da Fanpage ma ancora tutta da dimostrare – di alcuni esponenti della Lega e dello stesso governo coi vertici della società.
”Speriamo il governo ci aiuti a fare chiarezza – è l’auspicio di Roberto Caon – i cittadini di Este meritano risposte su fatti che stanno incidendo pesantemente sulla loro qualità della vita, e tutti gli italiani hanno il diritto di sapere se dietro queste inquietanti vicende si cela la mano di qualche personaggio politico a cui magari hanno dato la loro fiducia.”